Ciudad

Marsala guía de viaje

A los miembros de tripwolf 6 les gusta Marsala
Marsala
Marsala
por eduz

editar datos

Destino popular para Sicilia

0 votos

Lo más resaltado

creado por MarcoPolo-partner hace varios años

Sabemos que no siempre es posible ver todo lo que merece la pena de un viaje. Por eso, el equipo de tripwolf ha creado una lista de los l...

YouTube Marsala vídeos

  • Taormina [00:57]

  • laguna dello stagnone marsala ( slide show ) [01:56]

  • laguna dello stagnone al tramonto a marsala [00:33]

Top 10 de actividades en Marsala

votado por la comunidad tripwolf
  • Selinunte

    4 votos

    Lugar de Interés

    Selinunte (Selinus, griego (Σελινοῦς) en Torre dei Pulci; Silinunti en siciliano) es una antigua ...

ver los puntos de interés top 10 de Marsala

Las últimas Marsala reseñas (1)

  • Actualmente no estás conectado. o regístrate para escribir una opinión.

  • La città - Marsala Là ad occidente, dove finisce la Sicilia, su un promontorio esposto al mare e al vento, sorge la città che i Fenici chiamavano Lilybeo e che gli Arabi vollero rinominare Marsa Ali. Attorno ad un centro, piccolo ma intriso di arte e di storia, si apre un vasto territorio che comprende un’infinità di frazioni sparse, le cosiddette “contrade”. Nelle terre qui intorno, lontano dalla frenesia cittadina, si produce un vino dalla storia antica e gloriosa, con un gusto e un profumo inconfondibili: il Marsala. Il lungomare, molto bello per le tante palme che si susseguono da un lato e dall’altro, vi porterà direttamente alla zona balneare dove si alternano spiagge libere e lidi attrezzati. Lì, nelle calde giornate estive, quando il sole non manca di far sentire forte la sua presenza, vi si aprirà allo sguardo un mare limpido ed invitante. Dalla parte opposta, in direzione di Trapani, vi aspetta invece un paesaggio ancora più particolare: la Laguna dello Stagnone con Mothia e le altre piccole isole che fanno parte delle Riserva Naturale e, poco più in là, le Saline con le vasche per la raccolta del sale e i mulini a vento. IL CASSARO Il centro storico conserva numerose testimonianze della storia della citta', molte delle quali sono raccolte e rappresentate nel Museo Archeologico Regionale di "Baglio Anselmi". Qui si possono ammirare la Nave Punica e numerosi reperti della storia di Lilybeo, come la citta' era denominata sin dal periodo punico. Sempre sul lungomare cittadino, vi e' l'ingresso dell'insula archeologica di Capo Boeo dove e' possibile visitare i resti ed i mosaici di quella che era una fastosa villa romana. Porta Nuova ad ovest e Porta Garibaldi a sud, sono i monumentali ingressi nel centro storico. Gli edifici ed i monumenti di maggiore interesse sono: Il Convento del Carmine ,sede dell'Ente Mostra di Pittura, il Complesso monumentale S. Pietro all'interno del quale si trova anche il Museo Civico con la sezione antica, risorgimentale, e tradizioni popolari , la Chiesa Madre e l'adiacente Museo degli Arazzi Fiamminghi del XVI secolo. Monumenti Porta Garibaldi Salendo dal lungomare attraverso Via Scipione l'Africano si giunge a Porta Garibaldi, uno degli ingressi alla città vecchia, da cui entrarono Garibaldi e i Mille dopo lo sbarco dell'11 Maggio 1860. Da qui ancora oggi ci si immette nel centro storico di Marsala. Palazzo VII Aprile La tradizione vuole che laddove oggi sorge Palazzo VII Aprile era ubicata la Loggia dei Pisani, una struttura a portico in cui si esercitavano il cambio ed il mercato. Per questo, ancora oggi, la piazza antistante viene chiamata "Loggia". Oggi sede del Consiglio Comunale e di alcuni uffici municipali, il palazzo fu edificato nel XVI secolo, mentre l'attuale facciata risale alla metà' del secolo XVIII. Dopo il 1860 assunse l'attuale nome a ricordo di una insurrezione popolare avvenuta a Marsala contro i Borboni. Chiesa Madre La costruzione della Chiesa Madre o Madrice, che sorge sulla piazza centrale della citta', la Loggia, ed e' dedicata a San Tommaso di Canterbury, risale al periodo normanno. Dalla salda facciata manieristico barocca, custodisce numerose opere scultoree dei secoli XV e XVI. Di pregevole fattura è l'icona marmorea posta nella cappella a sinistra del presbiterio raffigurante, in venti pannelli, l'Annunciazione, scene della vita e della passione di Cristo, gli evangelisti e i santi Crispino e Giuseppe. La chiesa custodisce inoltre dipinti del XVII e XVIII secolo. Gli Arazzi Esposti in un museo unico nel suo genere in Sicilia, annesso alla Chiesa Madre, gli otto arazzi di manifattura fiamminga risalgono alla seconda meta' del secolo XVI. Gli episodi in essi raffigurati sono tratti in maniera alquanto libera dal testo storico di Giuseppe Flavio "La guerra giudaica. Complesso Monumentale San Pietro Centro culturale e luogo di aggregazione, il cinquecentesco Monastero delle suore Benedettine conserva un fascino inconsueto, molto coinvolgente. Protetto dalla specola cuspidata a torre quadrata, nella sua suggestiva e monumentale struttura architettonica ospita oggi, in quelle che furono le celle, i refettori e gli altri ambienti di supporto, la biblioteca comunale ed il museo civico di Marsala. Quest'ultimo e' articolato in tre sezioni: risorgimentale-garibaldina, archeologica e delle tradizioni popolari. Nel complesso architettonico sono inserite anche una modernissima sala conferenze ed alcune strutture per il tempo libero:fonoteca, videoteca, ludoteca e cafeteria, zona di ristoro ricavata dalle antiche cucine del Convento. Convento del Carmine Risale al 1155 la costruzione del Convento del Carmine, il piu' antico di Marsala, un vero gioiello architettonico recentemente ristrutturato, ora sede dell'Ente Mostra di Pittura Contemporanea, un abbraccio ideale tra passato e presente, tra storia e cultura. Numerose oggi le mostre di artisti di prestigio, italiani e stranieri, che si aggiungono alla ricca pinacoteca comunale. Chiesa del Purgatorio Fu costruita nel 1669 la chiesa dedicata ai Santi Fabiano e Sebastiano ad opera della Congregazione delle Anime del Purgatorio, da cui prese il nome. Dominante lo stile barocco, sia nella facciata che negli stucchi interni, mentre i campanili richiamano le architetture dei Borromini. Fontana del Vino Nella Citta' del vino, in piazza Francesco Pizzo, si erge imponente la Fontana del Vino, un gruppo scultoreo del maestro Salvatore Fiume, che raffigura una baccante e un asino scalciante che porta sulla soma una botte di vino. Baglio Anselmi Sul lungomare, in prossimita' di Capo Boeo, sorge il Baglio Anselmi, ex stabilimento vinicolo risalente alla meta' del secolo scorso, nel quale ha sede il Museo archeologico. Qui, oltre a preziosi ed interessanti reperti archeologici che vanno dal periodo preistorico al medioevo, è custodita la Nave Punica. Si tratta di un relitto da guerra fenicio-punico del III secolo a.C., epoca delle guerre puniche tra romani e cartaginesi, rinvenuto nel mare tra Favignana e la terraferma. Esempio unico giunto sino ai nostri giorni, scoperto per caso nel 1969, il fantastico reperto e' stato riconosciuto come un puzzle ed ancora oggi e' oggetto di ricerche ed approfondimenti da parte di studiosi di tutto il mondo per le tecniche di costruzione ed i materiali utilizzati. Chiesa San Giovanni A poche decine di metri dal Baglio Anselmi sorge la piccola chiesa di San Giovanni, compatrono della Città. La chiesa, che risale alla meta' del XVI secolo, custodisce nel suo sotterraneo una grotta nella quale, come narra la leggenda, la Sibilla Lilybetana pronunciava i suoi vaticini. Piazza S. Girolamo L'area di San Girolamo, è un'opera, a cielo aperto, che sorge in pieno centro storico nelle immediate adiacenze della Chiesa del Purgatorio. L'area di San Girolamo sorge accanto alla Scuola elementare "Giuseppe Garibaldi", delimitata dalle vie San Lorenzo, Garraffa e Cammareri Scurti. Il progetto, redatto dagli architetti Pietro Di Maria e Franco Franchina è consistito nella realizzazione di una piazza come testimonianza del legame tra città antica e quella contemporanea. Accogliente è la zona pedonale accessibile anche dal cortile della scuola. Particolare attenzione è stata data all'arredo urbano con panchine in pietra, segnaletica informativa, messa a dimora di alberi di agrumi, nonché alla realizzazione di un impianto di illuminazione che dona risalto alla piazza e agli scavi. E proprio l'aspetto archeologico viene posto in risalto. Il complesso edilizio ellenistico-romano presenta resti di pavimentazione e strutture murarie, con la tipica tecnica "a telaio" di tradizione fenicio-punica. La fase medioevale e post è invece ben documentata da due pozzi a da reperti in ceramica, questi ultimi conservati nel "Baglio Anselmi" di Marsala.
    la decada pasada denunciar abuso

MI PLAN DE VIAJE

0

lugares agregados a

Cómo planificar tu viaje